Storia - Confraternita di Misericordia di Porto Azzurro - Isola d'Elba

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

Storia della nascita delle Misericordie.

Il movimento Caritativo delle Misericordie, come si deduce da documenti del Fondo Magliabechiano conservato nella Biblioteca Nazionale di Firenze, “ebbe cominciamento per lo padre messer santo Pietro martire,l’anno 1244 nella vigilia dell’Assunzione della Beata Vergine Maria a dì 14 agosto”. San Pietro Martire dell’Ordine dei Frati predicatori, fondò,in quell’anno, la Compagnia o Confraternita di S.Maria delle Misericordie. Le Confraternite di Misericordia,poiché questo è il loro esatto nome come si rileva dallo stemma che porta una F e una M intercalate da una croce latina,sorsero 750 anni addietro in molte città italiane dopo quella madre cheè in Firenze quale forma di apostolato associativo a carattere laicale,sotto la diretta responsabilità degli iscritti. Questa fu una valida forma di organizzazione che consentì alle Confraternite di nascere con stile moderno tanto da presentarsi oggi come efficienti espressioni di volontariato organizzato,aperto ai problemi della complessa società del nostro tempo. In questi secoli,dall’Italia esse si diffusero nel mondo ed oggi sono presenti in vari paesi europei,in Africa,in Asia,ed in America. Particolarmente nell’ex Unione Sovietica con la “Perestroika” oltre 100 città sono diventate sedi di Misericordia. In Italia attualmente sono una realtà insostituibile nel settore del Soccorso Socio Sanitario, e assommano a ben 850 Confraternite,possiedono oltre 8.000 automezzi e gli iscritti sono circa 1.000.000 . I servizi che svolgono sono: Trasporti sanitari e sociali - Donazione di sangue e di organi - Protezione civile - Gestione ambulatori specialistici- Gestione case di riposo-Gestione centri dialisi – Servizio di telefono amico – Assistenza domiciliare – Assistenza anziani – Assistenza carcerati – Assistenza tossicodipendenti – Assistenza portatori di handicap – Consultori familiari - Telesoccorso. Il Santo Padre Papa Giovanni Paolo II nell’Udienza del 14 giugno 1986 ha affidato alle Misericordie un preciso compito:”essere promotori e fautori della Civiltà dell’amore e testimoni Infaticabili della Cultura della Carità”. Questo è il preciso programma con il quale le Misericordie italiane con i loro sette secoli e mezzo di storia si avviano a vivere il terzo millennio.

1989 - Storia della Misericordia di Porto Azzurro

Abbiamo iniziato la nostra attività di volontariato grazie alla rete di solidarietà ed alla fratellanza che accomuna tutte le Misericordie. La Misericordia di Gabbro, infatti, venuta a conoscenza della nostra costituzione,  ci  donò una loro autoambulanza  con la quale iniziammo ad effettuare i primi servizi  su incarico della Misericordia di Portoferraio in quanto ancora non in possesso del riconoscimento  da parte dell’ASL di Livorno  per poter operare in proprio.  A conferma del secolare legame di sostegno reciproco tra le Misericordie, vogliamo ricordare il  gesto di fratellanza  della Misericordia di Portoferraio che, con nostra grande sorpresa, ci donò il loro mezzo in occasione dell’inaugurazione di una nuova autoambulanza. Fu grazie a questo mezzo che abbiamo potuto iniziare  la nostra attività in proprio, avendo ottenuto nel frattempo la necessaria autorizzazione. Nei primi mesi dell’anno 2002  abbiamo promosso  il Corso di Formazione per volontari, necessario  al fine di ottenere l’abilitazione al soccorso di livello avanzato in modo da poter operare su autoambulanze  attrezzate per l’emergenza  (come prevede la Legge della Regione Toscana n° 25/2001). Il Corso, tenuto dalla Dottoressa Graziella Conca e dal Dottor Gabriele Rocchi, rispettivamente Responsabile sanitario dell’associazione e medico di emergenza del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Portoferraio, ha registrato la partecipazione di numerosi volontari  risultati al termine tutti idonei a poter operare sulla nuova autoambulanza  attrezzata per l’emergenza, inaugurata nel maggio del 2002 e divenuta operativa per le chiamate del 118 il 1° giugno 2002. I Corsi di Formazione, attuati annualmente nel periodo invernale, sia per nuovi volontari che di aggiornamento, sono attualmente condotti da Formatori qualificati della nostra Associazione: Francesco Bardi e Carlo Bardi. L’attività svolta in questo decennio spazia dal servizio sanitario di emergenza ed ordinario ai servizi sociali ed alla funzione di protezione civile, con particolare  riferimento all’antincendio boschivo. Il Magistrato e i Volontari sicuri della vostra generosità, vi ringraziano anticipatamente e porgono a voi tutti i nostri più cari saluti.

_________________________________________________________
Confraternita di Misericordia di Porto Azzurro - Via Romita 2, 57036 Porto Azzurro Isola d'Elba (LI)
Tel 0565.921938 0565.921082 - Ambulatori / CUP 0565.957829
Email info@miseportoazzurro.org

 
Torna ai contenuti | Torna al menu